Dopo un anno mi son visto
con mio padre.
Mi aspettava ieri sera qui
nascondendosi un po'.
"Stasera", mi dice, "io vorrei parlare un po' con
te".
Non gli ho chiesto il perché.
Sai che il ponte del silenzio
con mio padre
l'ho accettato per averti qui
per tenerti con me.
Volevo riuscire
si riuscire dove lui sbagliò
tanto tempo fa.
Ora lui mi dice che ha capito
che ora in casa mia
non si odiano più
e mi chiede se anch'io sono felice
"Oh, si, va bene, tutto bene, sempre bene con lei,
non c'è niente per me, solo lei".
Ho mentito come un bimbo
con mio padre
come avrei potuto dirgli che
proprio tu te ne vai.
Diceva, diceva
che ha imparato a vivere da me
da noi due, da noi due.
Io credevo di inventare il mondo
ora il mondo sta già ridendo di me
ma bisogna arrivare fino in fondo.
"Oh, si, va bene, tutto bene, sempre bene con lei
non c'è niente per me, solo lei, solo lei".

In questo sito utilizziamo i Cookies per permettervi di usufruire dei servizi e non tracciamo i vostri dati. L'unico caso in cui effettivamente trattiamo vostri dati è se decidete di registrarvi per darci una mano, nel qual caso useremo le informazioni fornite per contattarvi in caso di necessità. Potremmo però distribuire cookie di terze parti (es. Google, youtube o Facebook) per permettervi di cliccare i vari "mi piace" o usufruire di servizi simili. Nel caso in cui non vogliate in nessun modo essere tracciati vi consigliamo di utilizzare la funzione di disabilitazione dei cookies o di anonimizzazione del vostro browser. Per saperne di più di come questo sito usa i cookies: Privacy Policy.

Accetto i Cookies da questo sito