Un replay
prova a immaginarmi senza dire una parola
dammi pochi soldi come ai tempi della scuola:
treno e sigarette la domenica mattina
diciassette anni e tanta musica che suona.
Fermami
sto per ritrovarmi quando stavo ancora solo
quando le mie donne le vestivo con il cielo:
caldo di ragazza dentro un cinema che fuma
quando si piangeva per non ridere alla luna.
Vorrei passare il segno con te
con cinquemila gradi di voglia
in un torrente di sole.
Vorrei lasciare il segno di me
sui muri di una notte d'estate
scrivendo "gente volate"!
Un replay
sono in una piazza nella neve ad aspettare
con le chiavi in tasca per un letto di due ore
con le mie poesie piegate a lettera d'amore
piene di politica e di nuvole leggere.
Vorrei passare il segno con te
riavere la paura di un figlio
farci arrestare e sognare.
Ma c'è stagione a tutto si sa
il tempo è un batterista che tira
piedi per terra che è ora.
E c'è stagione a tutto si sa
il tempo è un batterista che tira
piedi per terra che è ora.

In questo sito utilizziamo i Cookies per permettervi di usufruire dei servizi e non tracciamo i vostri dati. L'unico caso in cui effettivamente trattiamo vostri dati è se decidete di registrarvi per darci una mano, nel qual caso useremo le informazioni fornite per contattarvi in caso di necessità. Potremmo però distribuire cookie di terze parti (es. Google, youtube o Facebook) per permettervi di cliccare i vari "mi piace" o usufruire di servizi simili. Nel caso in cui non vogliate in nessun modo essere tracciati vi consigliamo di utilizzare la funzione di disabilitazione dei cookies o di anonimizzazione del vostro browser. Per saperne di più di come questo sito usa i cookies: Privacy Policy.

Accetto i Cookies da questo sito