In questo maremoto della vita
la mia ancora sei tu.
Fammi parlare lasciami sfogare
è un po' che non ti vedo più.
Sono circondato da ogni cosa e non
ho niente
e anche tu si sente che non stai
meglio di me.
Scappano gli anni come dei ladri,
dammi il tuo cuore fresco che ce
l'hai.
Io ti darò una barba nuova e dura
ogni mattina che vorrai.
Tu mi chiedi come sto, amore mio ti
spiego
stavo molto meglio quando stavo
insieme a te.
Ricominciamo da quando eravamo
più poveri fuori e più artisti di
dentro.
Se ricominciamo da quel che eravamo
saremo senz'altro migliori di adesso
io e te.
Io ti rivoglio come ti conosco
pane amore e fantasia.
Io ti rivoglio buffa e stravolgente
tutta tua e tutta mia.
Senza missionari quando stiamo
litigando
a far progetti e briciole in un
letto di allegria.
Ricominciamo da quando eravamo
più soli e più insieme che ci
piacevamo.
E ricominciamo da quel che ci manca
tesori che non devi chiudere in
banca.
La nostra vita stringe addosso
siamo balene dentro a un fosso
se per miracolo ci amiamo
dimmelo che ricominciamo.
Ricominciamo da quel che eravamo
più pazzi e più sani, più esseri
umani.
E ricominciamo dal punto più basso
che quel che è successo tra noi
non succeda mai più.

In questo sito utilizziamo i Cookies per permettervi di usufruire dei servizi e non tracciamo i vostri dati. L'unico caso in cui effettivamente trattiamo vostri dati è se decidete di registrarvi per darci una mano, nel qual caso useremo le informazioni fornite per contattarvi in caso di necessità. Potremmo però distribuire cookie di terze parti (es. Google, youtube o Facebook) per permettervi di cliccare i vari "mi piace" o usufruire di servizi simili. Nel caso in cui non vogliate in nessun modo essere tracciati vi consigliamo di utilizzare la funzione di disabilitazione dei cookies o di anonimizzazione del vostro browser. Per saperne di più di come questo sito usa i cookies: Privacy Policy.

Accetto i Cookies da questo sito